ISTRUTTORE CINOFILO GENTLE TEAM
EDUCATORE CINOFILO FICSS-CONI
Scuola di educazione cinofila
         I LIKE FREE DOG asd 

      ELENA ROSSI


ISTRUTTORE CINOFILO GENTLE TEAM/EDUCATORE CINOFILO FICSS
 

BLOG A 6 ZAMPE

IL FREDDO E IL CANE

Pubblicato il 07 gennaio 2020 alle 13.30
i cani sono sensibili alle basse temperature e amarli e rispettarli vuol dire anche proteggerli quando è freddo. Ecco alcuni punti da considerare: Non tutti nello stesso modo, ma è un fatto della natura dei cani che, come gli umani, sono sensibili al freddo (come al caldo) e (ri)sentono dei cambi di temperatura. Questo vuol dire che ognuno secondo le sue esigenze deve essere protetto quando il clima si irrigidisce. Ogni cane è un individuo a sè con sue esigenze specifiche e l�??unicità vale anche per il rapporto con il freddo. Detto questo, alcuni cani sono più vulnerabili di altri al freddo e devono essere adeguatamente protetti. Tra questi, i cani a pelo corto, i cani di taglia piccola, i cani con patologie, i cuccioli e i cani anziani . Bisogna Adattare le uscite alle diverse temperature stagionali. infatti quando le temperature sono basse le uscite di tutti i cani devono essere adattate alle condizioni atmosferiche e alle esigenze specifiche di ognuno. Per i cuccioli, gli anziani, i malati, può voler dire uscire poco e brevemente, per gli altri può voler dire cambiare il tipo di uscita. Osservare i segnali che ci mandano i nostri cani ci aiuta a stabilire come gestirli quando è freddo. Attenzione anche ai polpastrelli perche ' sia il Ghiaccio, sale, prodotti chimici antighiaccio sono un pericolo per i polpastrelli dei cani. Prima di uscire quindi è buona norma proteggerli (in commercio esistono tanti prodotti ad hoc per la neve e il ghiaccio). Tornati a casa, i polpastrelli devono essere puliti con una pezzuola umida per rimuovere eventuali residui. Va fatta attenzione anche all' escursione termica tra interno ed esterno Le case riscaldate per i cani vogliono dire vivere in una primavera, se non addirittura una estate, costante e vogliono dire anche che i pelosi non hanno modo di adattarsi all�??abbassamento delle temperature esterne moivo per cui anche chi sarebbe attrezzato per il freddo può avere bisogno di essere protetto. Come gli umani, anche i cani possono prendere le infreddature. Tra i sintomi, ci sono febbre, tremori, rifiuto del cibo, letargia, diarrea, vomito, occhi che sbattono. Cosa fondamentale Non lasciarli all�??esterno premesso che ci sono cani naturalmente attrezzati per il freddo �?? mastino tibetano, malamute dell�??Alaska, Sberian husky per dirne alcuni �?? ma e' buona regola farli dormire in casa o in un ricovero protetto con le basse temperature .

Categorie: Nessuna